Un cane si adotta, non si compra.

Una simpatica foto per ricordare un problema, ma anche un nostro debito.

Una simpatica foto per ricordare un problema, ma anche un nostro debito.

Con tutte le creature del pianeta l’uomo è in debito, non abbiamo crediti ma soltanto debiti verso il pianeta e gli esseri viventi che, con i nostri stessi diritti alla non sofferenza. lo popolano. Con i cani però è diverso: prima li abbiamo resi domestici, li abbiamo asserviti al nostro dominio, poi ci siamo dimenticati del “patto” che ci lega da 15.000 anni. Abbiamo smesso di esercitare il ruolo duplice di fruitori/tutori e ci siamo disinteressati della loro sorte. So che questo farà storcere il naso a molti però questo è quello che è successo, quello che l’uomo ha fatto succedere. (altro…)

Randagi: spazzatura biologica

Un cane randagio guarda il simbolo delle olimpiadi a Sochi

Un cane randagio guarda il simbolo delle olimpiadi a Sochi

Spazzatura biologica: così sono stati definiti i cani randagi di Sochi dal titolare dell’azienda incaricata del loro sterminio, secondo il network televisivo ABC News. Nulla, secondo il nuovo Zar di tutte le Russie, Vladimir Putin, deve turbare i giochi invernali. In una nazione in cui i diritti umani sono continuamente calpestati, dove la gente sparisce nelle carceri, anche per banali reati d’opinione, potrebbero, i cani, avere attenzione?L’attenzione verso i diritti degli animali è un’elevazione dell’anima: può venire soltanto dopo che si sono riconosciuti e assimilati i diritti degli uomini. Chi ha sempre disprezzato i diritti umani, chi ha ha fatto del potere l’unica cifra stilistica di questa dittatura “democratica”, non si poteva sperare facesse di meglio. (altro…)